Più di 600 posti di lavoro creati e un fatturato complessivo di 197 milioni di euro per le startup presenti e passate: sono questi i numeri di PoliHub, l’incubatore gestito dalla Fondazione Politecnico di Milano che, anche quest’anno, lancia il concorso S2P (Switch2Product).

La competizione, giunta alla settima edizione, ha lo scopo di promuovere la creatività e far emergere idee che possono portare allo sviluppo di prodotti e servizi ad alto contenuto tecnologico o dal design innovativo. C’è tempo fino al 2 aprile per presentare le domande e i relativi progetti. Per i dieci finalisti selezionati dalla giuria ci sarà l’accesso gratuito allo Startup Programm del Mip, il master della School of Management del Politecnico di Milano dedicato a startupper e aspiranti imprenditori, dove si potranno sviluppare concretamente le idee imprenditoriali.

I progetti vincitori selezionati, alla fine del programma di empowerment, vinceranno un percorso di accelerazione della durata di quattro mesi all’interno di PoliHub, la possibilità di accedere a un finanziamento da parte di investitori che fanno parte del network e l’accesso agevolato ai laboratori messi a disposizione dal Politecnico di Milano. La competizione è suddivisa in questa edizione in una Call4Ideas e in una Call4People. Le aree di interesse sono: clean-tech e greening, nuovi dispositivi innovativi, convergenza tra tecnologie digitali e hardware fisico e Ict (Information and Communication Technology).

Condizione necessaria per la partecipazione all’iniziativa, pena l’esclusione, è che l’idea non abbia ricevuto finanziamenti da Business Angel, Venture Capital o piattaforme di crowdfunding al momento della presentazione della domanda. Polihub, creato nel 2000, è uno dei 19 incubatori certificati dal ministero dello Sviluppo Economico con 51 startup e aziende presenti dalla sua nascita. Nelle precedenti edizioni, le startup selezionate da S2P hanno raccolto più di un milione e trecentomila euro in crowdfunding. Per partecipare: www.s2p.it.

Commenti

commenti