Mirafiori Lunapark è il piccolo caso cinematografico di fine estate: opera prima di Stefano Di Polito, uscito nelle sale il 27 agosto, il film si è piazzato subito al quarto posto in Italia per incassi in rapporto al numero di copie.

Dopo l’anteprima di Left e l’intervista al regista sullo scorso numero dell’1 agosto, è giunta l’ora di avviare il “tour solidale”.  Se ogni fabbrica potesse vivere questo momento quasi liturgico della propria vita operaia.

Mercoledì 9 settembre alle 21.30 Mirafiori Lunapark sarà proiettato al Cinema Beltrade, in via Nino Oxilia 10 a Milano, alla presenza della giornalista Tiziana Barillà di Left, Carolina Pacchi del Politecnico di Milano e Avanzi, del regista Stefano Di Polito e dell’attore Carlo Marrapodi, da anni impegnato a portare in scena il teatro sociale. Ospiti della serata saranno gli operai della RiMaflow – “la fabbrica recuperata” – che hanno rimesso in funzione il loro stabilimento in fallimento ricevendo in cambio una denuncia per abuso edilizio.

Prodotto da Mimmo Calopresti per Alien Films, in collaborazione con Rai Cinema, Film Commission Torino Piemonte e Ministero dei Beni Culturali, Mirafiori Lunapark racconta in modo poetico il sogno di tre ex pensionati Fiat – interpretati da Alessandro Haber, Antonio Catania e Giorgio Colangeli – di trasformare la loro vecchia fabbrica abbandonata in un lunapark per trasferire ai loro nipoti il ricordo di un’epoca di lotte sociali e sogni conquistati.

«La fabbrica RiMaflow è un esempio di resistenza, sono felice di presentare il mio film accanto a questi operai così coraggiosi, che hanno fatto nella realtà quello che ho immaginato per il cinema», commenta il regista Stefano Di Polito: «Spero che questo tour in collaborazione con Left sia un modo per coinvolgere i media, le associazioni del terzo settore, il mondo dell’impegno civico e della politica nel progetto di ricostituire una comunità che sogna un futuro migliore per il nostro Paese».

per seguire il tour #vogliovederemirafiorilunapark

Commenti

commenti