Il volto dello Zambia di oggi raccontato attraverso una serie di intensi ritratti del fotografo Paolo Solari Bozzi, che per quattro mesi, nel 2014, ha attraversato il Paese africano con un fuoristrada. Muovendosi liberamente, insieme a sua moglie Antonella. Il risultato di quella avventura è ora in mostra alla Libreria Hoepli di Milano, fino al 22 settembre. 

 

 Paolo Solari Bozzi© - Grat East Road #1, Zambia

Paolo Solari Bozzi© – Grat East Road #1, Zambia

 

Paolo Solari Bozzi© - Near Lusaka , Zambia

Paolo Solari Bozzi© – Near Lusaka , Zambia

 

E nel frattempo è diventato un libro pubblicato da Skira. Contiene il racconto per immagini realizzato coprendo oltre diecimila chilometri, per lo più su strade sterrate e spingendosi fino alle zone più remote e sconosciute di questo affascinante Paese, comprese le paludi del Bengweulu, dove i viaggiatori stranieri non arrivano. Con macchine fotografiche meccaniche di medio formato e grandangoli, Solari Bozzi ha ritratto quasi centocinquanta persone, in bianco e nero, cercando di cogliere la loro storia attraverso lo sguardo e l’espressione del loro volto, più che dai dettagli narrativi e di contesto. Cercando un linguaggio poetico per restituirne la bellezza.

 

Paolo Solari Bozzi© - Livingstone, Maram ba Market, Zambia

Paolo Solari Bozzi© – Livingstone, Maram ba Market, Zambia

 

 

Paolo Solari Bozzi© - Kalumbila, Sentinel copper mine (Beauty), Zambia

Paolo Solari Bozzi© – Kalumbila, Sentinel copper mine (Beauty), Zambia

 

Paolo Solari Bozzi© - Zambian Portraits

Paolo Solari Bozzi© – Zambian Portraits

 

   @SimonaMaggiorel

Commenti

commenti