Abbiamo fatto una chiacchierata con Mirko Oliveri che insieme a un gruppo di ragazzi, tutti orgogliosamente under 30, ha dato vita a Verticomics la prima app per leggere fumetti e graphic novel dal proprio smartphone. Ogni giorno infatti chiunque scarichi l’app ha la possibilità di leggere gratis “il fumetto del giorno” oppure di acquistare e scaricare dallo shop uno qualsiasi degli altri titoli presenti nella libreria. La cosa che salta subito agli occhi parlando con Mirko è che questa storia inizia da una grande passione e da un primo rivoluzionario sito web che si chiama verticalismi.it

Come ti è venuta l’idea di creare Verticomics?
Sono un grande appassionato di fumetti, nel 2010 decido di mettere in piedi una piattaforma web, verticismi.it, dove si potessero leggere i fumetti sparsi per la rete in modo comodo. Spesso infatti quello che c’era in giro aveva un formato poco leggibile perché in genere le tavole erano organizzate come gallery fotografiche, quindi riuscivi a vedere solo una pagina per volta e per riuscire a leggerla dovevi zoomare continuamente avanti e indietro. L’effetto era a dir poco compulsivo e rendeva la lettura de fumetti in formato digitale scomoda e stancante.
Mi sembrava assurdo in un mondo all’avanguardia e libero come quello di internet era assurdo che non si trovasse un modo, un formato che facilitasse la lettura invece di svilirla. Così ho deciso di creare verticalismi applicando le teorie di Scott McCloud, uno dei pionieri e dei maggiori teorici del fumetto digitale. Secondo McCloud infatti il fumetto sul web non va inteso e presentato come un libro, ma piuttosto come una pergamena digitale da scorrere, senza nessuna interruzione, visualizzando solo una porzione per volta della storia. Come fosse un flusso continuo di lettura.

E poi finalmente nel 2015, arriva anche l’app Verticomics

A partire da quella ho deciso di fondare un’azienda che avesse come principale modello di business questa tipologia di fumetto e sulla sua fruizione. E visto che nel 2015 il luogo dove si accede ai contenuti ancora più del web sono le app, abbiamo pensato di realizzare Verticomics permettendo così di leggere i propri autori preferiti da mobile. Il consenso, come con verticalismi.it, è stato molto alto: l’apple store ha inserito Verticomics in classifica come “Migliore nuova app” e abbiamo avuto, in soli 4 mesi, già circa 20 mila dowload. E l’accoglienza non è stata ottima solo tra il pubblico, ma anche tra le principali case editrici del settore come la Bao Publishing che ha fra i suoi autori anche Zerocalcare. Nello store dell’app infatti è disponibile tra i tanti titoli anche l’ultimo libro di Zerocalcare L’elenco telefonico degli accolli, in questo caso particolare la versione che noi offriamo ai nostri lettori è pregiata da una copertina “variant” realizzata da Leo Ortolani, il creatore di Rat Man. Insomma, essendo noi per primi degli appassionati, puntiamo sulla qualità e cerchiamo di collaborare e coinvolgere le principali star del fumetto.

 

Nella vostra libreria ci saranno anche graphic novel che trattano temi giornalistici?

Il fumetto è un linguaggio, è nato per raccontare le cose, tra queste ci sono a buon diritto anche i fatti, le notizie, la cronaca, la politica, le inchieste… Con verticomics vogliamo portare avanti una visione a 360° e il graphic journalism è un genere del fumetto molto importante. Basta pensare ad esempio a un autore come Joe Sacco che ha disegnato tavole e tavole sul conflitto di Gaza, sulla guerra mondiale e su quella che ha sconvolto l’ex-Jugoslavia. Nella nostra libreria online ci saranno quindi lavori che parmettano al pubblico di conoscere qualcosa in più sui fatti accaduti e, a volte anche, di appassionarsi a storie, temi e problematiche dal carattere sociale. Ancora non posso svelare nulla ma…molto presto proprio gli appassionati di giornalismo potrebbero avere una bella sorpresa.

 

 @GioGolightly

Commenti

commenti