E’ morto Helmut Schmidt, premier tedesco dal 1974 al 1982 e successore di Willy Brandt, oltre che suo ministro della Difesa e poi delle Finanze in anni di boom economico. Con Brandt è l’alfiere della distensione, che prese forma con la cosiddetta Ostpolitik. Una delle figure più importanti della storia tedesca del Dopoguerra, ha avuto la fortuna di vedere la riunificazione delle due Germanie per la quale aveva tanto lavorato. Quelli di Schmidt e Brandt sono gli anni dell’espansione del welfare tedesco.

A picture made available 10 November 2015 shows Britain's Queen Elizabeth II (L) and German Chancellor Helmut Schmidt during the Queen's second visit to Germany, on the terrace of Palais Schaumburg in Bonn, Germany, 23 May 1978. According to German news agency dpa citing his personal physician, former German chancellor Helmut Schmidt has died on 10 November 2015 at the age of 96 in Hamburg. Schmidt led West Germany from 1974 to 1982 and is best known for his fight against domestic terrorism and as one of the architects of the euro currency. Described by some as Germany's 'most prominent chain smoker,' Schmidt has repeatedly suffered from health problems and was on his fifth pacemaker.  EPA/DPA

FILE - In this   June 11, 1982 file picture then  U.S. President Ronald Reagan, center,  waves to the crowd as he stands with then Mayor of West Berlin, Richard von Weizsaecker, left, and then West German Chancellor Helmut Schmidt in the American Sector at the Checkpoint Charlie in West Berlin.       (ANSA/AP Photo, str.file)  B/W ONLY

epa04124085 Former German chancellor Helmut Schmidt smiles during a reception in honour of Schmidt's 95th birthday in Berlin, Germany, 13 March 2014. Schmidt had turned 95 on 23 December 2013.  EPA/MAURIZIO GAMBARINI

Cresciuto in una zona povera di Amburgo, combatté nella Seconda Guerra mondiale e venne eletto per la prima volta nel 1953.
Abile diplomatico, Schmidt perseguì la distensione senza fare passi indietro: quando l’Unione Sovietica decise di posizionare le sue batterie di missili nei Paesi europei dell’est, autorizzò gli americani a impiantare missili a medio raggio sul suolo tedesco nonostante l’opposizione di una parte consistente del suo elettorato e grandi manifestazioni in tutto il Paese. I suoi anni al potere sono anche quelli in cui la R.A.F., il gruppo terroristico, colpiva duramente (gli anni di Schmidt sono anche quelli delle morti sospette dei terroristi in carcere).
Fortemente europeista, Schmidt insieme con i leader francesi ha promosso il Sistema monetario europeo nel 1979.
Nel 1982, il partito liberale alleato dei socialdemocratici cambiò alleato e votò il governo di Helmut Kohl.

Commenti

commenti