Ricordate le foto della gigantesca statua dorata di Mao (37 metri) che nei giorni scorsi occupava la rete? Erano le ultime scattate: la statua, riporta France Press, è stata demolita perché mancava delle autorizzazioni necessarie. La demolizione è forse la risposta alla viralità con la quale le foto del colosso sono state accolte sui social network.

La struttura da tre milioni di yuan (460mila dollari) è stato distrutta, ha scritto un sito collegato al Quotidiano del Popolo, il giornale ufficiale del Partito comunista. Le sembianze dell’uomo che ha governato la Cina per quasi tre decenni non rispondevano all’iconografia ufficiale.

Immagini che circolano on-line – che  France Press non ha potuto verificare – mostrano un buco nella parte posteriore nel busto d’oro di Mao e la testa della statua avvolta di nero.

In this Monday, Jan. 4, 2016 photo, a construction crane rises next to a 36.6-meter (120-foot) tall gold-colored statue of former Chinese leader Mao Zedong in Tongxu County in central China's Henan province. According to Chinese state media, businessmen and local villagers contributed nearly 3 million yuan ($457,000) to build the cement statue. (Chinatopix via AP) CHINA OUT

In this Monday, Jan. 4, 2016 photo, a Chinese flag flies next to a 36.6-meter (120-foot) tall gold-colored statue of former Chinese leader Mao Zedong in Tongxu County in central China's Henan province. According to Chinese state media, businessmen and local villagers contributed nearly 3 million yuan ($457,000) to build the cement statue. (Chinatopix via AP) CHINA OUT

Commenti

commenti