«Non sottovalutate il potere della forza» inizia così un articolo pubblicato sul sito ufficiale di Hillary Clinton, candidata democratica in corsa per la Casa Bianca. Clinton ha molte chance di diventare il primo presidente donna degli Stati Uniti, ma, nonostante venga data per favorita, rimane agguerrita e pronta a cercare in tutti i modi di spiegare agli americani qual è il lato giusto da cui stare.  In che senso? Che per riuscire ad essere eletta le serve il sostegno dei giovani e delle minoranze e anche di risultare “likable”, ovvero piacere all’elettorato. Quello è il suo tallone d’Achille ed è per questo che investe risorse enormi per risultare simpatica: andare al Saturday Night Live a farsi prendere in giro da un’imitatrice, postare sue foto sui social mentre fa la nonna o utilizzare Guerre Stellari per prendere in giro i repubblicani serve proprio a questo. Che c’è di meglio di Star Wars, la colossale saga spaziale ideata da George Lucas – diventata con l’uscita dell’ultimo episodio una vera e propria ossessione – per spiegare lo scarso progressismo dei candidati repubblicani alle giovani generazioni che è fondamentale portare alle urne a novembre (e strappare a Bernie Sanders, molto popolare tra gli under35)?

L’ex segretario di Stato americano infatti non si è ispirata a Guerre Stellari solo durante il dibattito democratico concludendo con la famosissima battuta: «che la forza sia con voi», ma ha anche diffuso sul suo sito ufficiale un post per dire che «quest’anno i Repubblicani hanno ricordato che il Lato oscuro della forza è vivo e vegeto». Ecco perché:

starwars-cover-photo.original

Donald Trump, tra le mille cose, ha detto che avrebbe proibito ai musulmani di entrare negli Stati Uniti. Il droide C-3PO dichiara in merito: «siamo spacciati»:


Chris Christie si “trumpizza” e rilancia. Lui farà di più per rendere l’America di nuovo grande: vieterà l’ingresso negli Stati Uniti anche agli orfani siriani di 5 anni. La reazione di C1-P8 commenta perfettamente le esternazioni dell’attuale governatore del New Jersey:

Jeb Bush chiama “anchor baby” (bambini d’ancoraggio) i figli nati su suolo americano da immigrati privi di documenti, come dire che vengono fatti nascere negli Usa per poi poterci restare. Si tratta di bambini che sono a tutti gli effetti  cittadini americani visto che negli Usa vige lo Ius Soli. Han Solo è sconsolato:

Ben Carson rivela al mondo una verità che avevamo sotto gli occhi ma nessuno aveva mai osato pronunciare: essere omosessuali è “assolutamente” una scelta, la prova provante è il carcere, dove si sa… Yan Solo questa volta appare disorientato:

Marco Rubio ha detto che si impegnerà per abrogare il matrimonio tra persone dello stesso sesso. E ha anche detto che prova empatia per Darth Vader. Abbasso i gay viva il signore oscuro insomma.

Fortunatamente c’è la luce, Hillary Clinton, o almeno così suggeriscono quelli che lavorano alla sua campagna elettorale:

e il maestro Yoda ha già reso pubblico su twitter il suo endorsement

 

 

@GioGolightly

@minomazz

 

Commenti

commenti