Dopo Los Angeles, Londra, Parigi e Bienne, arriva per la prima volta in Italia, a Roma, Officine fotografiche, la mostra di LIFE FRAMER, il premio dedicato ai fotografi professionisti, emergenti e dilettanti.
Nato nel cuore di Londra, nell’ottobre del duemilaquattordici il progetto ha dato il via alla sua seconda edizione. Ogni mese LIFE FRAMER ha aperto un contest con un tema legato prima di tutto alla vita, chiamando a rapporto fotografi di ogni parte del mondo.
L’obiettivo è quello di dare libero spazio all’ispirazione e incoraggiare la creatività, per questo ogni tema è legato alla quotidianità, al mondo e alla visione che ognuno di noi ne ha. A giudicare i lavori, ogni mese interviene un ospite d’onore legato al mondo della fotografia, dalla fotografa Robin Schwartz a Katherine Oktober Matthews photoeditor della rivista Gup Magazine.
Il premio messo in palio: denaro, interviste e un’esposizione che gira il mondo al termine dei dodici mesi di contest.
La mostra presenterà gli scatti dei finalisti e degli ospiti che hanno partecipato al concorso, con l’intento di raccontare il panorama della fotografia contemporanea in questi anni di “spiccato fermento”.

L’evento è in collaborazione con la rivista DUDE MAG, un manuale di sopravvivenza per gentildonne e gentiluomini. Un atlante per navigare le ombre della moderna mondanità alla ricerca di gemme preziose. Una lente di ingrandimento sul meglio dell’arte, del cinema, della musica, della letteratura, dell’attualità e dello sport.

Da venerdì 19 febbraio 2016 alle ore 19 Officine Fotografiche Roma inaugura la mostra Life Framer. La mostra sarà visitabile fino al 26 febbraio 2016

immagine in evidenza: CONTINENTS theme – courtesy of Turi Calafato

 

#monicadibrigida

Commenti

commenti