Nella Capitale ancora alla ricerca di se stessa, le periferie cercano in qualche modo di reagire allo stato di abbandono in cui versano da anni. Nello sterminato territorio che circonda il centro di Roma nascono comitati e associazioni che cercano di dare voce ai bisogni e alle esigenze dei cittadini. TorPiùBella è una di queste associazioni e la sua storia è particolare. Nata ufficialmente a a Tor Bella Monaca ad inizio 2016, in realtà le sue radici risalgono però a fine 2014. C’è un gruppo di donne dietro a TorPiùBella.

Il 30 dicembre di quell’anno infatti un black out riduce al buio una palazzina di 14 piani. Quel corto circuito produce però un’altra scintilla che mostra a Tiziana, Antonietta, Anna i problemi che dovevano affrontare nel complesso delle case popolari. La diffidenza lascia il posto a una complicità tesa al recupero di un senso di dignità nel vivere a Tor Bella Monaca accompagnata da una forte amicizia che continua ancora oggi. A loro si affiancano nei mesi successivi, grazie ai social network che diffondono il lavoro di queste donne, altri giovani del quartiere intenzionati a dare maggiore solidità a questo movimento spontaneo e a promuovere una simile esperienza di autorecupero in tutto il quartiere.

dsc00230

Tra le iniziative realizzate ricordiamo: 
Punto d’Incontro: iniziativa settimanale presso la sede dello Spi Cgil di Tor Bella Monaca. Ogni due settimane questi incontri sono moderati dall’Ambulatorio Territoriale di Psicologia (Atèpsy). Pedalata Resistente: insieme ad Anpi, Libera Roma e Collina della Pace l’associazione ha organizzato un percorso in bici tra le vie del VI Municipio per parlare della Resistenza Romana. Il percorso sarà ripetuto il 4 Giugno del 2017. Ripijiamose er parco: nel corso dei mesi l’Associazione ha realizzato una serie di pulizie del parco di via Cigola. Natale e Carnevale: feste popolari organizzate in collaborazione con le altre associazioni locali tese ad aggregare i più piccoli e a farli incontrare con i coetanei. L’Europa siamo noi: l’Associazione è stata la prima ad ospitare nel proprio territorio le discussioni irriverenti sull’Europa insieme all’associazione promotrice Costituzionalmente. La tavola rotonda per riflettere sull’Unione Europea oggi è itinerante e gira per i bar di Roma coinvolgendo gente comune e esperti secondo il format “tutti relatori”. NottInSogni: l’Associazione ha organizzato sei iniziative che compongono una rassegna chiamata NottInSogni. L’idea è controcorrente: partendo dall’assunto per cui in un quartiere come Tor Bella Monaca si può solo dormire i soci di TorPiùBella hanno creato questa iniziativa per ribaltare proprio questo dogma. Incentrate sui temi della partecipazione consapevole e dell’amministrazione condivisa, dell’azzardo e del contrasto alla povertà mirano a riflettere sui problemi principali di Tor Bella Monaca per far partire percorsi con scuole, associazioni, università e amministrazione per migliorare le condizioni in cui si trova il quartiere. Tra queste attività anche la visita guidata al quartiere da un punto di vista diverso. Dall’Antica Roma al Piano di Zona degli anni 80 passando per l’età medioevale per familiarizzare il territorio per gli abitanti. L’obiettivo è insegnare così a riconoscere la bellezza negli angoli nascosti del quartiere per facilitarne la salvaguardia.

torbella

Domani venerdì 30 settembre penultimo appuntamento di NottiInSogni. “Con i poveri” è il tema dell’incontro a cui partecipa anche Left. Gli altri ospiti sono Martina Di Pirro, referente Libera Presidio IV “Francesco Borelli”; Giuseppe de Marzo, coordinatore nazionale della campagna Miseria Ladra, Pierluigi Cervelli, docente di Scienza Semiotiche presso La Sapienza di Roma, Francesco Casarell, della comunità di Sant’ Egidio di Roma; Carmen Vogani, Associazione DaSud.
Appuntamento alla Comunità di Sant’Egidio, via dell’Archeologia 74.

Commenti

commenti