L’EUROPA CHE VERRÀ

Renzi, Merkel e Hollande vanno a Ventotene per salvare il Vecchio Continente Ma le ricette sono sempre le stesse che lo affondano. Ecco l’alternativa

primo piano
Da Ventotene all’Europa

di Donatella coccoli – foto di Filippo Trojano

Viaggio nell’isola dei confinati, dove nacque il sogno dell’Unione europea. In attesa della visita di Merkel, Hollande e Renzi, il racconto degli isolani che reclamano cambiamento. Una metafora dell’intero Continente

Sulla Grecia ridotta al collasso non bastano le scuse

di Yanis Varoufakis

Come un volgare bullo, la troika colpevolizza le sue vittime e denigra chiunque osi resistere al suo teppismo. Ma il report dell’Ieo mette Fmi, Bce e Commissione con le spalle al muro: o si cambia o muore l’Europa

Dove ci ha portato la politica del “rovina il tuo vicino”

Intervista a Tomasz Konicz di Flore Murard-Yovanovitch

«La Germania è rimasta un porto sicuro per il capitale mandando a fondo altre economie. Ma l’instabilità cresce». E il capitalismo cerca un’espansione continua che oggi non è più possibile. Parla il giornalista e scrittore Tomasz Konicz

C’erano l’italiano, il francese e la tedesca…

di Guido Iodice

«Il compito dell’Europa è rendere più bello il mondo», ha detto Renzi annunciando il summit di Ventotene con Merkel e Hollande. Inutile retorica che suonerebbe stantia persino ad Altiero Spinelli. Un bilancio dell’Unione

Le guerre sull’uscio di un’Europa strabica

di Michela AG Iaccarino

I due fronti di conflitto del Vecchio Continente sono diventati tre. I primi due sono i porti di partenza dei migranti, il terzo invisibile è la Siria. È l’esito di queste guerre che deciderà i destini del Continente

Società Left

territorio
Viaggio al centro della terra alla ricerca della materia oscura

testo di Davide Madeddu – foto di Angelo Cucca

Nuraxi Figus, a 60 km da Cagliari. L’ultima miniera di carbone, che chiuderà nel 2018, torna a nuova vita grazie alla sperimentazione in medicina e a laboratori sotterranei. Come quello per la cattura dell’anidride carbonica

tradizioni
Quel ricordo che hai lì sulla punta della lingua

di Francesco Maria Borrelli

Tecniche antiche, sapori autentici e rispetto dell’ambiente. I piccoli artigiani delle specialità alimentari lottano in un mercato dominato dalle grandi industrie. La loro arma? La qualità

economia
Il web mette in scacco il post-capitalismo?

di Andrea Ventura

Le nuove tecnologie minano il capitalismo per come l’abbiamo conosciuto finora. La circolazione di musica, film, immagini, notizie, senza bisogno di supporti materiali, li ha resi un “bene pubblico”. In passato venivano immessi sul mercato come beni privati

Schermata 2016-03-24 alle 11.15.39

L’inserto settimanale firmato da Vauro

Esteri, Left

rio 2016
Nelle favelas fuori dai giochi

testo di Luigi Spera e foto di Marco Negri – da Rio De Janeiro

Per fare largo alle luci della ribalta delle Olimpiadi, dal 2009 a oggi 77.206 persone, in 29 favelas, sono state rimosse. Mentre il combinato di leggi straordinarie rende impossibile, di fatto, manifestare il dissenso

sud america
Sindrome Argentina

di Simona Maggiorelli

Le Madri di Plaza de Mayo minacciate, la parlamentare Milagro Sala agli arresti. Poi licenziamenti e tagli al welfare. Con il governo di Mauricio Macri svaniscono anni di conquiste sociali e civili. A colloquio con la scrittrice Elsa Osorio

Cultura, Left

rai
Hanno fatto i Conti senza l’Host

di Fabrizio Galassi

I conduttori svelano in anticipo i piani del direttore artistico di RadioRai. Mentre nel privato è una guerra di ascolti e punti editoriali. Ah, e c’è anche quella cosa che chiamavamo musica. Ecco che radio fa

libri
La vita mancata del figlio di Togliatti

di Simona Maggiorelli

Il dramma di Aldo, morto nel 2011 in una clinica psichiatrica, dopo trent’anni di internamento. E le tormentate storie dei figli di Mao e di ragazzi cresciuti nel comunismo che aveva tradito se stesso

ritratti
Primo Levi, la chimica immagine del mondo

di Pietro Greco

«Scrivo proprio perché sono un chimico», diceva l’autore di Se questo è un uomo. Ma per lui il logos era inscindibile dal pathos. Così letteratura e scienza riuscirono a convivere in armonia

PRECEDENTE | SUCCESSIVO