Precedente | Successivo

COVER STORY

GIUBILEO COME EXPO


Dal luna park al Giubileo, la carica dei commissari

di Raffaele Lupoli

Mettiamo che siate andati – beati voi – per sei mesi all’estero, senza smartphone e senza tv. Mentre il portellone dell’aereo si chiudeva dietro di voi, i cantieri di Expo arrancavano e gli echi delle inchieste giudiziarie erano ancora forti. Mettiamo che ora siete rientrati dal vostro viaggio e, mentre rimettete a posto i bagagli, accendete la tv. «Pochi credevano possibile il miracolo», è la voce a media unificati del presidente del Consiglio, che dopo aver dimissionato Ignazio Marino dice: «Cercheremo di fare del Giubileo con Roma ciò che è stato con l’Expo a Milano». Parole che fanno il paio con quelle del presidente dell’Autorità nazionale anticorruzione, Raffaele Cantone: «Milano si riappropria del ruolo di capitale morale d’Italia». Gioco, partita, incontro. Milano asfalta la Roma di Marino: è il trionfo del “modello Expo”. Chiusa una fiera se ne fa un’altra, manager e prefetti esportano il modello del capoluogo lombardo nella Città Eterna. Come ai “vecchi tempi” di Bertolaso, la strategia è quella di affidare la gestione dell’emergenza agli “uomini del presidente” per concentrare il potere nelle sue mani.

Il feudalesimo al tempo di Renzi

L’intervista a Marco Revelli di Raffaele Lupoli

Matteo Renzi ha cavalcato un corto circuito, assumendo il modello il modello Expo a paradigma politico-amministrativo. In passato Silvio Berlusconi aveva ridimensionato i corpi intermedi e di rappresentanza, «ma oggi è in atto la loro umiliazione, la gogna politica: sindacati o sindaci che siano» spiega a Left Marco Revelli

Commissari, manager o prefetti: tutto purché non si voti

di Luca Sappino

E se la scusa di dover commissariale tutto, per manifesta inefficienza della politica, fosse appunto una scusa, per – come dice Marino, finalmente arrabbiato – soddisfare una bulimia di potere?

Solo ora (e per i pellegrini) Roma si merita i soldi

di Elis Helena Viettone

Perché Palazzo Chigi stanzia nuovi fondi per il Giubileo solo dopo la “cacciata” di Marino? Lancia la corsa del futuro candidato Pd anticipando la campagna elettorale? E intanto pagano i romani

Roma, il nuovo commissario e il papa

La striscia a fumetti di Marco Corona alias Marcuzzo

 

Società Left

 

lavoro
Maledetta reperibilità

di Marco Craviolatti

Staccate il telefono, silenziate la mail, uscite da WhatsApp. Il lavoro – e non solo quello – ci insegue ovunque. Sarà sempre più così e l’unica è disconnettersi. Almeno un po’

diritti
Nuovo Imaie, a colpi di carte bollate (atto secondo)

di Giulio Cavalli

È una vera e propria guerra quella tra la cooperativa di attori Artisti 7607 e il Nuovo Imaie. Avevamo cominciato a occuparcene su Left del 24 ottobre. Ecco la seconda puntata

agricoltura
La nuova frontiera del vino naturale

di Donatella Coccoli

La ricerca di una denominazione anche a livello europeo e studi avanzati sulla fertilità del suolo: i produttori di vini naturali lanciano la sfida a tutto il mondo dell’enologia

 

Esteri, Left

 

spagna
A Madrid l’uguaglianza è di casa

L’intervista a Manuela Carmena di Alexander Damiano Ricci

Antifranchista, giudice e bestia nera della corruzione spagnola. Manuela Carmena a 71 anni è il simbolo dei giovani Indignados. Oggi, da sindaco, vuole «combattere le disuguaglianze che non hanno ragione di esistere»

turchia
Un uomo solo al comando

Il fotoreportage da Istanbul di Nicola Zolin

In 5 mesi, il risultato elettorale si è ribaltato. Erdogan – e la paura – si sono ripresi la maggioranza e il Paese. Il prezzo da pagare per dire la verità e dissentire diventa sempre più alto e la stampa è letteralmente sotto assedio, per via delle continue condanne per diffamazione

ungheria
Viaggio dentro il fortino dei neonazisti di Jobbik

Il fotoreportage da Budapest di Michela AG Iaccarino

Sulla rotta dei migranti, ultima tappa in Ungheria. Tornando indietro, a prima che Orban si chiudesse dentro le sue frontiere

malta
A Malta il vertice dei ricatti

di Umberto De Giovannangeli

Filo spinato e checkpoint in cambio di ospedali e scuole. E aiuti allo sviluppo in cambio di accordi di riammissione. Cosa ci sarà sul tavolo del summit Ue-Africa di La Valletta, l’11 e 12 novembre

Cultura, Left

 

ken saro-wiwa
Tornando in Nigeria. Il racconto di Noo Saro Wiwa

L’intervista a Noo Saro-Wiwa di Simona Maggiorelli

La scrittrice inglese Noo Saro-Wiwa compie a ritroso il viaggio di tanti migranti. Per raccontare le trasformazioni del Paese e le lotte di suo padre, poeta e attivista ucciso dal regime vent’anni fa

La grande lezione di Ken Saro

di Giacomo Zandonini

Nel ventennale del suo assassinio un ricordo dell’intellettuale e attivista non violento che si batteva per l’autonomia del territorio Ogoni

cinema
Miyazaki e Takahata, soffia il vento della fantasia

di Massimo Basili

Torna al cinema La tomba delle lucciole, dello Studio Ghibli, che celebra i trent’anni ma rischia la chiusura. I maestri Miyazaki e Takahata sono vecchi e senza eredi, soprattutto Miyazaki ha condizionato l’immaginario di molte generazioni con le serie tv, Heidi e Lupin III. Nelle opere dello studio Ghibli c’è il suo mondo: l’umanità intrecciata con la magia

scienza
Carne: veleno o farmaco?

di Pietro Greco

Da settimane campeggia su giornali e social l’allarme lanciato – e interpretato – dall’Oms sui possibili danni provocati dall’alimento animale. Ma cos’hanno detto davvero i ricercatori autori dello studio?

teatro
La nuova vita dell’Opera di Roma

L’intervista a Giorgio Battistelli di Elisabetta Tomassini

Una stagione sinfonica che scova nessi fra autori di epoche diverse. E l’orchestra va incontro al pubblico per offrire un ascolto più coinvolgente. Giorgio Battistelli apre il teatro alla città e al presente